Registro Storico Gilera - Vai alla pagina iniziale
Chi siamo
Contattaci
Adesioni
Soci on-line
RSG - Tesserapiù
Documenti
Centenario Gilera
Eventi del Registro
Merchandising
Archivio del Registro
Storia della Gilera
Gallerie fotografiche
Siti interessanti
Area riservata

Centenario Gilera

2008 - Il documentario "Gilera, una corsa lunga un secolo"

Quando Giuseppe Gilera stava costruendo la sua prima moto, la lampadina elettrica aveva appena trent'anni e non era ancora entrata nell'uso comune delle abitazioni, il telefono era poco più che una curiosità da laboratorio tecnico, mentre le fragili macchine più pesanti dell'aria si erano staccate dal terreno solo sei anni prima.
Due guerre mondiali, inimmaginabili tragedie della nostra civiltà moderna, hanno travolto il vecchio mondo conosciuto.
Altrettanta profonda trasformazione, ma in chiave positiva, è stata operata dal fantastico sviluppo della tecnologia che ci ha messo a disposizione innumerevoli nuovi prodotti e sistemi di fabbricazione.
Sì, questi ultimi cento anni sono stati straordinari, innovativi e travolgenti, nulla è oggi più com'era allora; il Marchio Gilera li ha attraversati costruendo con pazienza, continuità, intelligenza e con il lavoro appassionato di tanti collaboratori, la propria storia, un insieme di fatti e di elementi di simpatia che oggi chiamiamo mito.
Gilera non è solo la storia di un uomo, tenace e geniale, partito dal nulla, ma anche la formazione di un consenso, di una passione profonda e condivisa, di una tradizione di conoscenze tecniche e meccaniche che hanno coinvolto diverse generazioni di persone.
Gilera ancora oggi evoca competizioni vittoriose, sportività, alta scuola meccanica, eleganza di forme.
La storia di questi uomini, della loro fabbrica e delle loro moto, è ciò che il Registro Storico Gilera di Arcore vuole raccontarvi, utilizzando fotografie e filmati dell'epoca, documenti e titoli di giornale, lasciando parlare molti dei protagonisti della vita dell'Azienda, per ricordare, il più fedelmente possibile, una straordinaria avventura tecnica, sportiva ed umana che non è ancora finita.

Documentario "Gilera, una corsa lunga un secolo" Ciak si gira!
Il mito Gilera rivive attraverso le parole dei suoi stessi protagonisti.
Dal ritratto di famiglia del fondatore Giuseppe alla prima fabbrica di Milano, dall'insediamento arcorese alla sua produzione dopo il primo conflitto mondiale, dall'avveniristica moto da corsa Rondine al secondo dopoguerra ricco di soddisfazioni per il Marchio dei due anelli, con i sei titoli iridati vinti dai piloti Masetti (nel 1950 e nel 1952), Duke (nel 1953, 1954 e 1955) e Liberati (nel 1957) nella classe "regina" del Motomondiale e con i 5 titoli vinti nel mondiale Marche, di cui 4 nella classe 500 e uno nella 350.
E poi ancora, dalla nascita della Gilera Argentina alla morte dell'erede designato Ferruccio, dal ritiro dalle corse nel 1957 all'acquisizione del Marchio da parte del Gruppo Piaggio nel 1969, dalla morte del patron Giuseppe alla produzione Gilera sotto la Casa di Pontedera, fino alla chiusura della fabbrica arcorese, avvenuta nel 1993.
Fabbrica che oggi ha il volto delle quindici aziende, di piccola e media dimensione, che occupano l'Area Industriale ex Gilera.
Questo documentario, inedito, racconta il secolo di vita della Casa motociclistica di Arcore che, nel 2009 ha compiuto cento anni.
Il Registro Storico Gilera, in collaborazione con la FMI (Federazione Motociclistica Italiana), ha sentito la necessità di raccogliere le testimonianze di chi ha vissuto questa storia, per non disperdere un prezioso patrimonio, umano ed industriale, del nostro Paese.
Un filmato che nasce quindi dall'esigenza di conservare nella memoria di appassionati, e non, l'epopea di un Marchio che ha reso davvero grande l'Italia nel mondo.
Documentario "Gilera, una corsa lunga un secolo" I due autori, Gilberto Visintin e Daniela Confalonieri, hanno mosso i primi passi rivolgendosi ai presidenti dei sodalizi arcoresi legati al glorioso Marchio motociclistico: Paolo Gornati, indimenticabile guida, attenta e competente, del Gilera Club Arcore e Luca Dalloca, animatore del Registro Storico Gilera dalla sua fondazione nel 1999.
Sono state successivamente realizzate oltre 40 interviste (a piloti, meccanici, dipendenti, giornalisti e familiari), sono stati visionati numerosi filmati storici e selezionate centinaia di fotografie.
L'augurio è che questo filmato possa soddisfare i nostalgici della cui vita questa Azienda è stata parte, ma insieme possa catturare l'attenzione e l'interesse dei giovani che, dal vivo racconto dei protagonisti, trarranno un'affascinante conoscenza del mito Gilera.

MindLab, società che si occupa anche di produzioni cine-televisive, fin dalla sua nascita ha una particolare attenzione verso quelle persone che hanno saputo creare dal nulla delle grandi Aziende che hanno tenuto alto il nome del made in Italy nel mondo.
La terra di Brianza è ricca di questi personaggi e di queste Aziende.
Esse ancora oggi possono essere un grande esempio per tutti quelli che vogliono intraprendere la strada dell'imprenditoria: Giuseppe Gilera con le sue moto non solo è un esempio da seguire, ma un mito.
Un mito che è stato reso possibile dalla concomitanza di tre elementi fondamentali: un uomo con una grande passione, una forte competenza tecnica e il coinvolgimento delle persone che gli sono state vicino.
Sono stati necessari 3 anni di preparazione e di lavoro per documentare e descrivere la storia di Giuseppe Gilera e dei suoi successi sportivi delle moto dai due anelli incrociati, attraverso le testimonianze dei suoi familiari, ma soprattutto di coloro che, in tempi lontani e recenti, hanno contribuito a far grande la fabbrica vivendo momenti esaltanti, di incertezza, di tensione, fino al passaggio alla Piaggio e al trasferimento della fabbrica a Pontedera, per finire con la riconversione industriale dell'ex area di Arcore, grazie alla lungimiranza dell'ing. Alessandro Polini, che ha evitato la dispersione di questo patrimonio di competenza meccanica sviluppata in oltre ottant’anni. Un documentario unico in cui le testimonianze si intrecciano con le immagini di foto e di filmati che faranno certamente accelerare i battiti dei cuori gileristi e non.
Durante questi tre anni alcuni protagonisti ci hanno lasciato.
Il pensiero va soprattutto a Paolo Gornati, memoria storica della Gilera, presidente e animatore del Moto Club di Arcore, che ci ha spinto ad andare avanti con determinazione.
Di altri non abbiamo fatto in tempo a raccogliere la testimonianza… ma sono presenti lo stesso nel documentario.
Se un lontano giorno di tre anni fa, per gli strani sincronismi della vita, Gilberto Visintin non si fosse incontrato con Daniela Confalonieri, molto probabilmente questo documentario sarebbe ancora nei pensieri. In conclusione un plauso va al Registro Storico Gilera nella figura del suo presidente di allora, Luca Dalloca, che ha accolto la proposta di MindLab e degli autori con grande entusiasmo e determinazione, nonostante tutte le difficoltà incontrate.
Un ringraziamento va al direttivo del Registro Storico e a Massimo Lucchini Gilera per la puntuale consulenza che ci ha evitato eventuali imprecisioni e a tutti coloro, non ultima la famiglia Gilera, che hanno dato il loro contributo, rendendo il documentario un'opera irripetibile.

2009 - Il libro "Cento anni di storia Gilera"

DESCRIZIONE
Cento anni di storia Gilera Questo libro racconta la storia della Gilera, dalla fondazione ad oggi, attraverso centinaia di foto e documenti in gran parte inediti, in quanto provenienti da collaboratori ed ex piloti Gilera, dall'archivio della famiglia Gilera e del Registro Storico Gilera.
La storia della Gilera inizia nel 1909 con la costruzione della prima moto, il modello VT 317, ad opera del fondatore Giuseppe Gilera.
Seguiranno poi le celebri Quattro Bulloni e la Otto Bulloni, la Rondine, che conquisterà numerosi record del mondo di velocità, e la Saturno.
Nelle competizioni il momento magico della Gilera è negli anni '50, contro avversari che si chiamavano Norton, Moto Guzzi e MV Agusta.
La Casa di Arcore conquista ben 6 titoli nel campionato delle 500 - il Motomondiale - con Umberto Masetti (nel 1950 e 1952), con Geoff Duke (per tre anni consecutivi nel 1953, 1954 e 1955) e infine con Libero Liberati (nel 1957).
Ma la Gilera vanta anche un altro primato: quello di vincere non solo nella velocità ma anche nelle gare fuoristrada (off road), dominando varie "6 Giorni Internazionale" e gare di Regolarità in Italia e all'estero.
Più recenti sono i successi alla Parigi-Dakar e al Rally dei Faraoni.
Poi, dopo il passaggio di proprietà alla Piaggio, la Gilera nel 2001 ritorna alle grandi competizioni partecipando al Campionato del Mondo 125 con il pilota Manuel Poggiali, che clamorosamente al primo anno conquista il Titolo Mondiale: sono passati 44 anni dall'ultimo trionfo iridato di Liberati.
Ed è storia attuale il ritorno al successo questa volta nel Mondiale 2008, classe 250, con Marco Simoncelli.
Vittorie, queste, che meglio non possono celebrare il Centenario della Casa italiana dei "due anelli incrociati".

SCALETTA EDITORIALE
  • Il ritorno della Gilera alle vittorie mondiali: Manuel Poggiali, Marco Simoncelli
  • Giuseppe Gellera, in arte Gilera: la nascita di un mito a due ruote
  • Le gare di regolarità: le Sei Giorni e le Valli Bergamasche
  • Ritratto di Luigi Gilera, detto "Luisin"
  • Il Gilera Club Arcore
  • Il Trofeo Ferruccio Gilera
  • L'uomo del bosco…
  • Le gare di motocross: le vittorie delle Saturno Cross
  • Le moto leggere da cross: la scuderia Merlo - Tebaldini
  • Le gare di velocità: quando le Gilera erano le moto da battere nel mondo
  • Gilera Quattro Cilindri, la regina delle corse
  • Essere figli di un campione del mondo
  • Profumo di olio di ricino
  • Libero Liberati, mio padre
  • Le gare di sidecar. I campioni Frigerio, Merlo e i fratelli Milani
  • Il ricordo di un grande papà
  • Che numeri faceva il suo Saturnone!
  • I record mondiali di velocità e l'abbandono delle corse
  • I record di velocità del 1957, giorno dopo giorno
  • I piloti privati: l'esempio di Paolo Campanelli
  • La Gilera Argentina e la tragedia di Ferruccio
  • La produzione del dopoguerra
  • La Gilera durante la Seconda Guerra Mondiale
  • Le moto militari: la VLE, la Marte e la Saturno
  • … come una piccola città universitaria
  • Le maestranze Gilera: fedeltà e spirito di collaborazione
  • L'inizio del declino della fabbrica negli anni '60
  • I grandi magazzini statunitensi Sears
  • La prima occupazione di fabbrica del 1960
  • Il "Comitato promotore ripresa lavoro" costituitosi in azienda
  • La nuova ondata di scioperi
  • L'avvento del Gruppo Piaggio nel 1969
  • L'acquisto dei cespiti della Moto Gilera
  • Le Gilera rimaste nel cassetto…
  • La chiusura della Gilera di Arcore nel 1993
  • Descrizioni tecniche delle principali moto, dalle origini ai giorni nostri
  • La Gilera oggi, pioniera dei tre ruote e della moto automatica
  • Il ritorno alle gare sotto l'egida Piaggio
  • Le principali vittorie della moto Gilera
  • Il progetto culturale Piaggio Fondazione, Archivio Storico e Museo
  • Il Registro Storico Gilera

CARATTERISTICHE
304 pagine - Oltre 750 foto - Stampa in B/N e a colori - Formato: 24x28 cm. - Copertina cartonata con sovraccoperta
Data di pubblicazione: marzo 2009 - Prezzo al pubblico: € 39 - ISBN: 978-88-95684-12-3
Editore: EditVallardi di Roberto Vallardi - Via Roma 74 - 20060 Cassina dé Pecchi (MI)
Telefono: +39.02.952.82.02 / 02.95.34.38.86 - Fax: +39.02.95.29.94.46
segreteria@editvallardi.com - www.editvallardi.com

2009 - Raduno Internazionale Gilera del Centenario

Il poster del Centenario Tanti auguri Gilera!
La Casa motociclistica di Arcore che portò l'Italia sul tetto del mondo delle due ruote spegne 100 candeline.
Era infatti il 1909 quando Giuseppe Gellera (in arte Gilera) realizzò la prima motocicletta che portava il suo nome sul serbatoio; si trattava di una Valvole in Testa (VT) di 317 cc.
A distanza di 100 anni, il Registro Storico Gilera, allora presieduto da Luca Dalloca e il Gilera Club Arcore dal presidente Dino Mercatelli hanno reso omaggio al genio della meccanica e alle sue moto, fra le più belle, veloci e prestigiose che l'industria italiana abbia mai prodotto.
I giorni da ricordare furono quelli di sabato 6 e domenica 7 giugno 2009, quando Arcore ospitò la grande festa del "Raduno Internazionale Gilera del Centenario": fra il parco della Villa Borromeo e l'Autodromo Nazionale di Monza, per tutti i gileristi è stata l'occasione più bella per celebrare degnamente lo storico traguardo tagliato dalla Casa dei due anelli incrociati.
Patrocinato dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Milano - progetto Monza Brianza - dal Comune di Monza e dal Comune di Arcore (il cui contributo è stato fondamentale ai fini del Raduno), il programma della manifestazione (che si svolse sotto l'egida della Federazione Motociclistica Italiana - FMI, a cui il Registro Storico è affiliato) offrì una due giorni all'insegna di quella grande passione che ha sempre unito, sotto il Marchio Gilera, dipendenti, meccanici e piloti che,nel tempo hanno varcato i cancelli di via C. Battisti 68, la storica sede della Casa di Arcore.
Si partì sabato 6 giugno 2009, alle ore 15, con l'apertura delle iscrizioni presso il parcheggio di via San Martino; seguì l'inaugurazione ufficiale del Raduno alla presenza delle autorità cittadine che alle ore 16 tagliarono il nastro per consentire l'accesso alle mostre allestite nelle Scuderie della Villa Borromeo.
In esposizione c'erano le moto provenienti dal Museo Piaggio di Pontedera, fotografie in bianco e nero, disegni originali, abbigliamenti dell'epoca, documenti vari e francobolli sulla storia della moto in Italia.
La giornata di sabato 6 si chiuse alle ore 20 con l'inizio della cena di gala presso l'Antico Ristorante Fossati di Canonica Lambro.
Centenario Gilera Domenica 7 giugno 2009, invece, si è dato spazio al rombo inconfondibile delle moto Gilera: dopo l'apertura delle iscrizioni e delle mostre allestite nelle Scuderie, il Raduno entrò nel vivo con la sfilata delle moto Gilera per le vie del centro cittadino di Arcore e con il successivo trasferimento in corteo (scortato dalla Polizia stradale e dai Carabinieri) presso l'Autodromo Nazionale di Monza.
Partendo dal parcheggio di via San Martino alle 10:30 le moto Gilera sfilarono lungo le vie Monte Grappa, Abate d'Adda, Toscana, Tiziano, Fumagalli, Ferrini, Edison, piazza Pertini, Falck, Trento e Trieste, Gorizia, Roma, Manzoni, Carso, Casati, Croce, De Gasperi, Battisti (con ingresso nell'area industriale ex-Gilera al civico 68 e uscita in via N. Sauro 12), Lodovica (frazione di Oreno), Grandi (sosta presso "la Piazzetta"), Lodovica, Battisti, De Gasperi, Croce, Casati, Roma e Monte Bianco.
Il corteo di moto proseguì poi lungo la Provinciale per Lesmo, Gerno di Lesmo, rotonda "Yamaha", Biassono e Parco di Monza.
A partire dalle 12:30 tutti in pista: sul circuito brianzolo che per anni ha visto trionfare le "rosse" di Arcore, sfilarono per prime le moto fino al 1969, poi le moto dal 1970 al 2009 ed infine ebbero pista libera le moto da corsa (Saturno e Quattro Cilindri) con i piloti ufficiali dell'epoca.
Per ciascuna "batteria" erano previsti tre giri sul circuito, che si svolsero davanti al folto pubblico che prese parte parte alla 57a edizione della Coppa Intereuropa, l'evento al quale era abbinato il Raduno Internazionale Gilera.
Spenti i motori dopo l'esibizione sulla pista di Monza, pranzo al sacco, premiazioni e quindi il ritorno, sempre in corteo, ad Arcore, alle 16, quando si chiusero i festeggiamenti dei Cento Anni Gilera.

Il francobollo del Centenario Gilera Evento nell'evento è stato l'emissione di un francobollo dedicato alla moto Gilera: il 6 giugno 2009 furono emessi 3milioni e 500mila esemplari su tutto il territorio nazionale, accompagnati da un annullo speciale per il giorno di emissione e da un annullo speciale datato 7 giugno.
Nel fine settimana del Raduno Internazionale, Poste Italiane era presente nel parcheggio di via San Martino con un proprio stand per dare seguito a questo evento che ha richiamato l'attenzione di tutti i collezionisti.

Ma al Registro Storico di Arcore i festeggiamenti dei Cento Anni Gilera erano iniziati nel 2008 quando, a marzo, si tenne la proiezione del documentario "Gilera, una corsa lunga un secolo", ed erano poi proseguiti con la pubblicazione di due libri celebrativi: scritto da Massimo Lucchini Gilera (nipote del commendator Giuseppe ed attuale presidente del Registro Storico Gilera) e pubblicato da Edizioni Legenda, alla fine del 2008 era stato presentato "Gilera, una storia lombarda", mentre il 5 marzo 2009, quando in Autodromo a Monza era stata presentata la squadra corse Gilera-Metis con i piloti Marco Simoncelli e Roberto Locatelli, era stato distribuito il libro "Cento anni di storia Gilera – da Masetti, Duke, Liberati a Poggiali e Simoncelli".
Scritto da Daniela Confalonieri e Michele Losito, e pubblicato dalla EditVallardi di Cassina dé Pecchi, il volume ripercorre in 304 pagine la storia gloriosa della moto Gilera, attraverso una carrellata di oltre 750 foto accompagnate dai racconti di ex dipendenti, meccanici e piloti, a cui va il nostro più sentito ringraziamento per la preziosa collaborazione prestata.
Entrambi i libri sono in vendita presso la sede di via N. Sauro 12 (tutte le informazioni per raggiungerci e per contattarci in questa pagina): costo al pubblico € 39, costo ai soci € 30.

Chiudendo per un istante gli occhi, come un film in bianco e nero scorrono le immagini dei trionfi inanellati dalle moto Gilera nelle diverse specialità: dalla regolarità alla velocità, dal cross ai grandi rally, per anni le "rosse" di Arcore hanno dettato legge nel mondo delle due ruote.
E quando ci capita di rivedere le immagini dei festeggiamenti che si tennero in paese nell'anno in cui la Moto Gilera compì 50 anni, oggi che ne fa 100 ci auguriamo di avere offrire alla Casa di Arcore una festa altrettanto bella: del resto, 100 anni di ininterrotta attività rappresentano un traguardo invidiabile, che meritava tutto il nostro impegno per una degna celebrazione.

Webmaster: Sergio Barbieri   -   www.registrostoricogilera.org   -   Hosting su piattaforma Microsoft-IIS/8.5